Filippo Manca

Ho iniziato a scalare nel 2005 da allora non ho più smesso, sin dagli inizi ho scalato sia sui sassi che in falesia; vivendo in Sardegna più precisamente a Nuoro ho fatto i primi metri nel mondo verticale nelle vicine falesie di Cala Gonone, mentre per quanto riguarda il boulder nei massi del Monte Ortobene (Nu).

Ho fatto le gare sin dall’inizio disputando varie tappa della coppa italia giovanile lead classificandomi 2° nella classifica assoluta generale nel 2006.
Ho disputato varie tappa di coppa italia boulder.
Nel 2014 sono stato Campione Regionale Sardo nella disciplina Boulder.

Vivo la scalata a 360° mi affascina l’idea di arrampicare in posti nuovi sia per quanto riguarda il boulder che l’arrampicata con la corda.

La scalata per me è un continuo percorso nel quale durante gli anni si cresce si matura e si migliora sotto tanti aspetti non solo tecnici; grazie a questo è possibile arrivare a valorizzare ed apprezzare tanti differenti aspetti che caratterizzano il mondo dell’arrampicata nel quale non si smette mai di imparare; sicuramente nel mio percorso la scoperta l’esplorazione e il rispetto della roccia sono elementi fondamentali.

Sono tracciatore 2° livello e istruttore f.a.s.i ho salito vie sino all’8b e boulder sino al 7c+.

Prodotto preferito WILDCLIMB Pantera 2.0 e Pantera Velcro.

https://www.epictv.com/USERS/FILIPPO-MANCA

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
465 9
749 18
281 3
409 3
260 15
421 15
309 9
268 6

Storie

Monte Ortobene Climbing – Sardegna

«No, non è vero che l’Ortobene possa paragonarsi ad altre montagne; l’Ortobene è uno solo in tutto il mondo: è il nostro cuore, è l’anima nostra, il nostro carattere, tutto ciò che vi è di grande e di piccolo, di dolce e duro e aspro e doloroso in noi. » G.Deledda Con queste parole il […]

“I’m the only one who has the truth”, quando “sei”, nessuno può dire che stai sbagliando, la tua verità rimane l’unica cosa che conta veramente”….

“who I am” incentra il messaggio in questo punto cruciale: non è il “cosa”, ma il “come”: la qualità e la quantità del  Sé che si impiegano nel “fare”; questo è il ponte che separa l’arte da ciò che non lo è. http://www.planetmountain.com/it/notizie/arrampicata/video-who-i-am-la-ricerca-di-se-e-l-arrampicata.html