Pierfrancesco De Falcis

Pierfrancesco De Falcis

Ragazzo semplice, senza grandi storie alle spalle. Cresciuto  con i film di Sergio Leone e accompagnato dalle note di Ennio Morricone.

Ho avuto una grande fortuna ad aver incontrato questo sport diversi anni prima della sua moderna divulgazione, quando ad arrampicare si era in pochi, quando in falesia l’età media era alta e tu, che eri il figlioccio dei vari personaggi che la abitavano, vivevi una doppia vita, una a casa cullato dai genitori che non sapevano mai cosa facevi dopo la scuola, e l’altra con la famiglia verticale, che ti passava a prendere in macchina e ti portava in quei luoghi magici, dove non basta mai la voglia di andare su, bisogna avere fame e non smettere mai di crederci.

Successivamente, terminati gli studi superiori, mi sono trasferito in emilia per intraprendere l’università di Matematica, e qui, è successo qualcosa.

Forse è proprio vero che a volte, quando si è confusi, basta cambiare prospettiva per ritrovarsi.

Qui posai gli occhi su cii che mi circondava, che siano persone e muri di arenaria, qualcosa si è evoluto e continua ad evolversi.

Ora lavoro alla palestra di arrampicata Rock’n Fire, vedo crescere talenti e cerco di trasmettere una visione diversa della vita da quella canonica con il quale si cresce.

Una visione più ricca, fatta di sogni, costanza e continua rinnovazione della propria persona.

Storie

Perché siamo al Gerolasass

WildClimb sarà al Gerolasass il 21,22,23 Giugno.
Il perchè? Lo trovate ben riassunto dal comunicato di Emanuele Pellizzari (responsabile prodotto di WildClimb & responsabile per l’Italia di Marmot):

nicola tondini

Non abbiate paura di sognare

Nicola va sempre fino in fondo. Questa è la sua cifra.
Era sul riposone della via di riscaldamento, ma lui cercava di più. Voleva toccare il limite anche del riposo. E di troppo riposo si cade!

Le “Bat” spiegate bene

Le nuove wildclimb Bat spiegate bene